Accidia Gola Invidia Superbia Lussuria Avarizia Ira
Il lento silenzio che ho scelto per me,
io voglio godermelo ancora.
Niente potrà farmi muovere
adesso da qui.
Un pranzo interminabile consola,
l'affanno della vita vola via.
Il gusto dei sapori
è un'emozione che mi rende l'allegria.
Invidio le ali ai gabbiani;
al puma lo scatto e la velocità.
Invidio al bisonte il suo senso di gruppo
e al falco la sua libertà.
Quello che fate vi rappresenta,
quello che dite vi condanna,
quello che siete è niente.
Quando mi confronto con voi
sono così fiero di me.
Siamo venuti qui,
perchè noi lo cerchiamo
il sentimento estremo;
lo faremo e ne moriremo.
Io non sono la befana,
la vendemmia è già lontana,
la mia vita è più importante.
C'è qualcosa di eccitante:
un progetto entusiasmante
riservato solo a me
E davanti ai mari d'imbecillità
e davanti a gente che non ha pietà,
io mi sento fuori dal posto,
la mia rabbia è deflagrante e sale su.